Il racconto gastronomico di Fabio Cagnetti

Eccolo, il primo racconto gastronomico!
Lo scrive Fabio Cagnetti, che si presenta così: Trent’anni, marchigiano di nascita ma romano da una vita, ex giornalista musicale, ora bloggo su Dissapore e Intravino, collaboro al Golosario di Paolo Massobrio e con Fondazione Campagna Amica. La mia scommessa è Il PostVino, gruppo d’acquisto aperto di vini non ordinari.
Mi sento un Ulisse dantesco gastrofanatico ed enostrippato, in viaggio perpetuo alla ricerca di vini e cibi che espandano mente ed anima. Stando bene attento ai canti delle sirene e con gli occhi bene aperti  se una Penelope vorrà un giorno salire a bordo.
Il racconto è intitolato Si dice twenty-twelve, non two thousand twelve, e lo potete scaricare cliccando sull’immagine qui sotto.

 

Questo racconto fa parte della serie I Racconti Gastronomici: ti è piaciuto? Vuoi scriverne uno anche tu? Basta inviarci una mail, e noi lo pubblicheremo:  intanto, aiutaci a condividere l’iniziativa!

Questa voce è stata pubblicata in Racconti Gastronomici e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.
  • valentina congiu

    Sono qui, nel middlecampidano, e il tuo racconto mi ha divertita e graffia la mia anima con simpatia. Splendido :-)
    Vale

  • http://www.thechefisonthetable.it/ Fabrizio

    Da sardo, anch’io ho goduto molto di questo racconto. Anche perché sono quasi vent’anni che ho lasciato l’isola, e il viaggio di Fabio me l’ha fatta tornare come ce l’ho in mente. Per dire, il Medio Campidano non so cos’è, e come da bambino penso che i quattro mori della bandiera siano uno per provincia.